E' in corso una procedura di uniformazione delle seconde edizioni

Tasso medio di concepimento

Da Demopædia.
Tasso medio di concepimento  
definizione da seconda edizione (2008)


Le informazioni relative alle famiglie sono raccolte nel foglio di famiglia 1 nel quale figurano le date di tutti gli eventi relativi allo stato civile (211-1) che riguardano una coppia (503-8) ed i suoi figli (112-5); esse sono ricavate a partire dalle indagini sulle famiglie (cfr. § 637-). Negli studi di demografia storica (102-1), questi fogli si ottengono tramite la ricostituzione delle famiglie 2, a partire da un estratto degli atti dello stato civile (211-3).
La storia riproduttiva 3 di una donna contiene informazioni dettagliate sulle sue gravidanze e sui concepimenti (602-1), desiderati o non, che ne risultano. Questi documenti servono, o per studiare la fecondità (601-1) in assenza di contraccezione (627-1) e dell’aborto indotto (604-2), la cosiddetta fecondità naturale 4, o a valutare la fecondabilità 5, o probabilità di concepimento per ciclo mestruale (622-2); se non si utilizza la contraccezione, si tratta della fecondabilità naturale 6, in caso contrario, di fecondabilità residua 7. Si usa l’espressione fecondabilità effettiva 8 per indicare la fecondabilità relativa soltanto ai concepimenti dei nati vivi. Il tasso medio di concepimento 9 durante il periodo di esposizione al rischio (cfr. 613-1), detto anche indice di Pearl 10, fornisce indicazioni sull’efficacia della contraccezione (625-4) quando è calcolato su dei periodi in cui la contraccezione viene praticata.

  • 5. Fecondabilità, s.f. - fecondabile, agg. : che può essere fecondato.
  • 6. Utilizzato da solo, il termine fecondabilità indica la fecondabilità naturale.


Segue...