E' in corso una procedura di uniformazione delle seconde edizioni

Dizionario demografico multilingue (seconda edizione armonizzata, volume italiano)

Tavola di migrazione di tutti gli ordini

Dizionario demografico multilingue (seconda edizione unificata, volume italiano)
Versione del 5 feb 2010 alle 04:20 di NBBot (Discussione | contributi) (Università La Sapienza di Roma Elena Ambrosetti i Cristina Giudici)
(diff) ← Versione meno recente | Versione attuale (diff) | Versione più recente → (diff)
Tavola di migrazione di tutti gli ordini  
definizione da seconda edizione (2008)


Se si seguono le migrazione successive di un individuo servendosi dei registri di popolazione (213-1) o d’indagini retrospettive (203-8), si può realizzare un’analisi longitudinale delle migrazioni 1. Si calcolano in primo luogo i quozienti di prima migrazione 2, definiti come la parte dei sedentari 3 che raggiungono l’età x, destinati a fare una prima migrazione prima di aver raggiunto l’età x+1, non considerando la mortalità (401-1). A partire da questi quozienti, si può calcolare la proporzione di persone sedentarie ad ogni età, che costituisce una tavola di sedentarietà 4. Associando una tavola di sopravvivenza (432-3) con una tavola di sedentarietà, si ottiene una tavola di sopravvivenza dei sedentari 5, a doppia estinzione (cfr. 153-4). Allo stesso modo, si definiscono i quozienti di migrazione per ordine 6 e si calcolano le proporzioni di persone che hanno fatto una migrazione di un certo ordine, che non hanno migrato di nuovo durante quel periodo. Infine si definiscono i tassi migratori di tutti gli ordini 7 come il rapporto tra il numero annuo di migrazioni e la popolazione media (135-6) della coorte (116-2) nel corso dell’anno. La somma dei tassi migratori di tutti gli ordini fino ad una certa data fornisce il numero medio di migrazioni 8 fatte dalla coorte fino a questa data, in assenza di mortalità. Associando una tavola di sopravvivenza alla tavola di migrazione di tutti gli ordini 9, si calcola il numero medio di migrazioni rimanenti al di là di una certa età, tenuto conto della mortalità.
Segue...