E' in corso una procedura di uniformazione delle seconde edizioni

Settore secondario

Da Demopædia.
Settore secondario  
definizione da seconda edizione (2008)


La popolazione attiva (350-1) può anche venire classificata per settore di attività economica 1 o, più analiticamente, per ramo di attività economica 1 nel quale l’individuo esercita la propria professione (352-2).
Questa classificazione si basa essenzialmente su quella delle ditte 2, o aziende 2, realizzata in base al loro ruolo economico. Si attribuisce a questo proposito grande importanza alla ripartizione fra popolazione attiva del settore agricolo 3, e popolazione attiva dei settori non agricoli 4. Da notare che il gruppo dei funzionari e assimilati 5 costituito dagli impiegati (354-3) civili dell’amministrazione pubblica, e dai membri delle forze armate 6 è generalmente considerato come categoria particolare della popolazione attiva dei settori non agricoli. Nella classificazione per grandi gruppi di attività, vengono distinti tre settori, il settore primario 7 (agricoltura, pesca, minerario), il settore secondario 8 (industrie di trasformazione) ed il settore terziario 9 (produzione di servizi). Nelle economie in via di sviluppo, si può classificare separatamente il settore tradizionale 10 di produzione.

  • 1. L’impiego in tal senso delle denominazioni: professione, professione collettiva, ramo di attività professionale, e gruppo professionale, è da evitare (cfr. § 352).
  • 2. Un’azienda può comprendere diversi stabilimenti, eventualmente di diversa natura.


Segue...